Vivere da soli, una nuova tendenza italiana

 

In Italia il numero delle persone single, quindi di chi vive da solo, è in costante crescita. La conferma arriva anche dai dati forniti dal Censis che evidenziano come sempre più famiglie siano formate da una sola persona. Nel nostro Paese sono diminuite i nuclei numerosi e medi. Questo fenomeno si ripercuote anche nella diminuzione dei matrimoni sia civili che religiosi e nel numero sempre minore di nuovi nati.
Per molti vivere da soli è una scelta cosciente che significa poter disporre liberamente del proprio tempo senza obblighi o vincoli mentre, per altri si tratta di situazioni non volute ma che sono capitate. E’ questo per esempio il caso di chi si trova nuovamente single dopo la fine del proprio matrimonio; da qualche tempo, si assiste ad un aumento dei divorzi proprio nelle fasce d’età medie, dai 50 anni in su. il risultato è un esercito di persone che, dopo una vita di coppia, deve adattarsi ad un’esistenza nuova, senza aver accanto un compagno o una compagna.
Il vivere da soli riguarda anche le persone in là con gli anni che, a causa delle malattie, perdono la persona con la quale hanno condiviso la loro vita. Nella popolazione con un’età superiore ai 65 anni, il numero di donne single è maggiore rispetto a quello degli uomini.
Vivere da soli presenta numerosi vantaggi, come il poter scegliere un’abitazione di piccole dimensioni, non avere responsabilità e godere un’assoluta libertà sentimentale.
Non avere un partner e dei figli è sinonimo di indipendenza che si riflette nell’organizzazione quotidiana. Senza una famiglia non si hanno obblighi di orari e si può decidere, di punto in bianco, di andare a cena fuori o di prenotare un fine settimana fuori.
La vita da single presenta anche qualche difficoltà, come quelle relative agli acquisti di alimentari; infatti, le confezioni da uno sono rare e quando si trovano hanno costi proibitivi. Quindi, l’unica soluzione è acquistare una quantità maggiore di cibo che poi, nella maggioranza dei casi, non viene consumato e finisce per essere gettato.
Un discorso simile si può fare per gli elettrodomestici, come per esempio la lavatrice; quella per single è più costosa perchè è più piccola e quindi in molti acquistano lavatrici standard, che poi non vengono quasi mai avviate a pieno carico. Il risultato è un consumo idrico ed elettrico eccessivo con conseguente inquinamento.
La vita da single perde qualsiasi attrattiva quando si incontra la persona giusta con la quale intraprendere il cammino della vita. A quel punto, anche il più ostinato deciderà che è giunto il momento di abbandonare lo status da singolo per vivere l’esperienza della famiglia.

Comments

comments