Le etichette raccontano i capi d’abbigliamento

La moda e le esigenze e i gusti correnti in termini di abbigliamento, fanni si che a volte per chi si occupa di abbigliamento risulti difficile stare al “passo coi tempi”. Costoro devono sempre essere informati sulle attuali tendenze e gusti del cliente e di conseguenza sia i capi di abbigliamento che gli accessori, devono uniformarsi a gusti e tendenze attuali.

In genere chi sceglie un nuovo capo di abbigliamento lo fa in base alla propria personalità e ovviamente sceglie abiti che gli piacciono e i produttori del settore abbigliamento (particolarmente le grandi marche) devo essere consapevoli di questo e comportarsi di conseguenza.

I venditori d’abbigliamento sono consapevoli che la loro capacità di capire i gusti del cliente è un punto cruciale per i loro affari.

Anni fa le etichette e cartellini per l’abbigliamento non erano particolarmente rilevanti, in genere erano ben poco considerate.

Forse purtroppo oggigiorno le cose sono cambiate in misura rilevante, chi compera un nuovo capo di abbigliamento vuole sapere a colpo d’occhio guardando l’etichetta tutto ciò che riguarda il capo.

Questo spesso nasce anche dall’esigenza di non incappare in cineserie che vengono spacciate per qualcos’altro, avendo visto l’Italia una vera e propria invasione di prodotti d’abbigliamento di produzione cienese. Per questo motivo l’etichetta specifica dell’abbigliamento e in grado di darci tutte le indicazioni che ci servono sulla provenienza del capo, sulla sua composizione, sui tessuti e su come trattarlo e lavarlo.


E’ ovvio che chi fabbrica il capo di abbigliamento si deve preoccupare di dare tutte le informazioni richieste relative allo stesso, siano la provenienza che i dati relativi a lavaggio e simili.

Perfezionando l’etichetta, le informazioni sono migliori e grazie ad un utile strumento possono renadere la vita molto più semplice al consumatore..

La soluzione per dare tutte le informazioni richieste e necessarie sono delle etichette che posseggono tutti questi dati tipo marchio, visibilità relativa ai capi, informazioni relative al magazzino ed altro.

Se non bastano più i comuni cartellini con le indicazioni, esiste un nuovo strumento che la tecnologia odierna ha potuto creare:le etichette oleografiche, queste sono una novità rilevante nel campo dell’abbigliamento dando tutte le informazioni richieste e necessarie relative al capo.

Tramite questo si può rifornire scaffali di camice e maglie, jeans e altro abbigliamento svariato tenendo conto di ciò che realmente il cliente vuole e venendo a conoscenza di quale capo non è attraente o richiesto e grazie a queste informazioni si può agire di conseguenza.

Questo elemento non è una cosa da poco, grazie a ciò si può attuare una campagna di vendita di un prodotto migliore, coi conseguenti incassi migliorati, cosa decisamente non disprezzabile.

Grazie a queste nuove etichette abbigliamento particolareggiate i capi di abbigliamento saranno un elemento più utile per farci capire costi ed incassi relativi ai diversi capi di abbigliamento e saranno anche un elemento utile per chi si occupa del magazzino.

Sempre grazie a queste nuove etichette il cliente avrà tutte le informazioni che vuole e ciò sarà un risparmio del tempo dei commessi e sicuramente una strada per acquistare più velocemente ciò che realmente desideriamo per il nostro armadio.

Comments

comments