Cosa bisogna sapere sulle inspired bags

Negli ultimi tempi, le inspired bags stanno diventando sempre più di moda. Ma di cosa si tratta nello specifico? Queste borse sono così chiamate perché, in sostanza, prendono ispirazione da borse di marca: non sono, però, borse contraffatte o illegali, dal momento che non riportano alcun tipo di logo, di brand o di marchio. Sono, per così dire, anonime, ma in realtà hanno tutte le caratteristiche estetiche dei prodotti a cui si ispirano. Vale la pena di mettere in evidenza che le inspired bags sono assolutamente legali: se si è intenzionate ad acquistarne una o più di una, insomma, non c’è da temere di commettere un atto illecito. Le inspired bags prendono spunto dalle it-bags più famose, ma soprattutto più costose, sia nei modelli che nelle forme.

Per altro, è proprio la questione dei prezzi il vero discrimine che permette di distinguere le inspired bags dalle it-bags: queste ultime, essendo prodotti di marca lussuosi, spesso hanno prezzi a tre o quattro zeri, cosa che ovviamente non riguarda le loro “figlie”, che costano molto di meno. Proprio per questo motivo le inspired bags costituiscono la soluzione più indicata per le donne che non possono permettersi di spendere troppo per un solo accessorio: magari studentesse universitarie o lavoratrici precarie che devono fare letteralmente i conti con entrate e stipendi modesti ma non vogliono rinunciare alla possibilità di sfoggiare qualcosa di nuovo, di bello e di riconoscibile.

In effetti, una delle caratteristiche più apprezzabili delle inspired bags va attribuita proprio alla loro riconoscibilità: essendo in tutto e per tutto simili alle it-bags, non possono non catturare l’attenzione e la curiosità di chi le osserva o di chi le nota solo di sfuggita. Per fare bella figura con le amiche e con le conoscenti, non c’è niente di meglio di un accessorio del genere per avere la certezza di farsi notare senza eccessi.

Comments

comments